Scopri l'abbigliamento di Swimxwin
Costumi donna, uomo e bambini
Scopri le cuffie col tuo nome
Spedizione gratis da €29

MESH TUBE TRAINER

Pratico, duttile ed efficace

Da alcuni anni SWIMXWIN produce e commercializza in Italia un attrezzo efficiente in acqua che l’azienda ha chiamato Mesh Tube Trainer (MTT), un innovativo strumento per l’allenamento del nuotatore.
Il particolare cilindro di tessuto mesh può essere facilmente fissato sopra la caviglia grazie alla chiusura dell’elastico e utilizzato in modi differenti:

    1. lasciato fluttuare nell’acqua come un lungo calzino
    2. bloccato appena sotto al ginocchio da un lato e sopra la caviglia dall’altro così da lasciare il piede “scoperto”
    3. posizionarlo sull’avambraccio

    Nel primo caso

    Nel primo caso (utilizzo come calzino) il nuotatore può compiere lavori di gambe in verticale, oppure con la tavoletta o nuotare lo stile completo. Lo M.T.T. così utilizzato crea un drag elevato ed è consigliato per lavori intensi e di breve durata.

    Nel secondo caso (utilizzo piede scoperto) il nuotatore può allenare gli arti inferiori anche con l’ausilio delle pinne o nello stile rana, oppure nuotare nello stile completo in lavori di lunga durata in quanto lo M.T.T. crea in tale posizione un basso livello di drag.
    Nel terzo caso (utilizzo sull’avambraccio) si otterrà l’incremento del carico di lavoro in ogni movimento degli arti superiori. Indicato particolarmente negli esercizi di ginnastica in acqua.

    Lo M.T.T. è lo strumento più pratico, duttile e allenante attualmente utilizzato dal nuotatore. Il suo uso è molto in voga negli Stati Uniti e già per moltissimi campioni fa parte del lavoro di allenamento quotidiano.

    GUARDA IL VIDEO

    Oggi, grazie alla pratica quotidiana di alcuni atleti e allenatori, sono stati studiati nuovi utilizzi e obiettivi posizionando il MTT all’avambraccio, come ad esempio:
    A) Posizionato all’avambraccio permette al velocista di avere un drag importante per tutta la bracciata sia nella parte attiva che in quella di recupero. Alternando sprint con e senza MTT l’atleta sperimenterà nuove percezioni di frequenza e controllo del ritmo.
    B) Come prevenzione della spalla dolorosa del nuotatore (o recupero in seguito a uguale problematica) possono essere eseguiti alcuni esercizi con MTT posizionato all’avambraccio, ad es dedicare qualche minuto a fine seduta per nuotare al contrario può costituire un’efficace prevenzione ai dolori della spalla.

    Utilizzo con una frequenza settimanale o al massimo bisettimanale questo attrezzo” afferma Giovanni Pistelli (attuale tecnico della Campionessa Europea Ginevra Taddeucci, in passato tecnico degli azzurri Simone Ercoli, Rachele Bruni e molti altri) “soprattutto collocandolo sui polpacci per un contenuto drag in lavori medio/forti in ogni stile o nei lavori di gambe insieme a pinnette e tavoletta. Ovviamente l’azione frenante è proporzionale alla velocità, quando si sprinta con il MTT si percepisce forte la resistenza. In un allenamento aerobico ha poco senso, invece con lavori in progressione o scatti ripetuti è davvero efficace

    ATTENZIONE: come ogni strumento ausiliare di allenamento in acqua, anche il MTT deve essere usato moderatamente ed in maniera progressiva perché, per l’azione “drag” che produce forte o moderata, l’utilizzo eccessivo può causare affaticamento e usura dell’apparato muscolare.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Copyright anno 2017 / 2023 Swimxwin | Sito e web marketing by PaciniFlavio.Com